Videosurveillance

E’ un settore in continuo sviluppo che segue l’evoluzione tecnologica delle componenti elettroniche.

La videosorveglianza è nata in analogico, negli anni 40, con i primi sistemi TVCC (Televisione a Circuito Chiuso) per sorvegliare apparecchiature militari molto sofisticate.   Per la registrazione su supporto magnetico delle immagini provenienti dalle telecamere, si è dovuto attendere una decina di anni per avere i primi sistemi su nastro magnetico a testina rotante.

Negli anni successivi, la tecnologia degli impianti di videosorveglianza si è ampliata anche a settori meno strategici, aziende e industrie, fino alle soluzioni di oggi che permettono di controllare anche le nostre case con sistemi e kit a basso costo.

Dagli anni 2000, è iniziata l’era della videosorveglianza digitale su protocollo TCP/IP (Transmission Control Protocol/Internet Protocol) e con trasmissione del segnale non più effettuata su cavo coassiale analogico (cavo RG59 con terminazioni BNC), ma su cavo Ethernet digitale (cavo UTP e STP con terminazioni RJ45); lo stesso cavo utilizzato per le reti di computer comunemente chiamate reti LAN consentendone così la completa integrazione.

Nonostante l’evoluzione e la disponibilità di telecamere e soluzioni IP oriented, ancora oggi, in alcune situazioni impiantistiche sono utilizzate soluzioni miste con telecamere e sistemi di registrazione di tipo analogico e convertitori analogici/digitali che consentono di remotizzare l’accesso per la visione delle immagini provenienti dalle telecamere, attraverso una connessione internet con il protocollo IP usando un Personal Computer, un laptop, un tablet o, molto più semplicemente, uno smartphone (con sistema operativo Android o IOS Apple).

E’ possibile sorvegliare delle zone o aree d’interesse utilizzando telecamere di diverse tecnologia; si possono installare telecamere wireless o cablate, analogiche o digitali, da esterno o da interno, con motore o fisse, che permettono la sola visione diurna o che permettono anche la visione notturna, con ottiche intercambiabili, collegate ad un sistema di registrazione analogico o digitale, collegate ad un sistema a circuito chiuso o remotizzate attraverso una connessione internet.

 

Standard Applications                           Medical Applications

I commenti sono disattivati