Networking

Le reti cablate o wired, possono essere classificate in base alla loro estensione sul territorio:

LAN - Local Area Network (rete locale), che collega nodi relativamente vicini entro il Km, tipicamente nell'ambito di uno stesso edificio

MAN - Metropolitan Area Network (rete metropolitana), con collegamenti a distanze massime di decine di chilometri, tipicamente in città di tipo metropolitano

WAN - Wide Area Network (rete geografica), che collega nodi a distanza elevata, nazionale o internazionale

Reti LAN

Il concetto informatico di rete LAN può essere schematicamente ricondotto all'insieme di due o più computer collegati tra loro attraverso una rete di cavi e dispositivi di routing e switching, che si sviluppa su un'area territoriale limitata, come ad esempio un'abitazione, una scuola, un'azienda.

I mezzi trasmissivi usati sono i cavi ethernet, il cavo coassiale (in disuso) e la fibra ottica (usata soltanto per collegamenti dorsali e solo per particolari schemi o topologie di reti).

Reti MAN

Le reti MAN possono essere considerate come estensioni metropolitane delle reti LAN.   Sono state introdotte per mettere in comunicazione tra loro reti LAN di edifici distanti geograficamente tra loro (ma entro l'area metropolitana di appartenenza circa 10 Km).   I mezzi trasmissivi usati per realizzare le reti MAN possono essere diversi in base al tipo di rete e alla protezione che si vuole implementare.

Reti WAN

Le reti WAN sono reti di tipo geografico e possono essere estese a livello nazionale o addirittura internazionale.  In questo caso l'esigenza è quella di mettere in comunicazione tra loro computer appartenenti a reti LAN dislocate su un'estesa area territoriale.


La nostra offerta prevede lo studio di fattibilità, la progettazione e la supervisione delle attività di realizzazione delle reti.

L'evoluzione delle reti: da wired a wireless

Le tecnologie wireless hanno, negli ultimi anni, trasformato il modo di comunicare e di accedere all’informazione.

La forte e crescente esigenza per gli utenti, di accedere alle informazioni in totale mobilità, ha consentito lo sviluppo di nuove applicazioni e servizi.

Le principali tecnologie radio sviluppate, hanno consentito di rendere wireless (senza fili) esclusivamente l’ultimo tratto di collegamento in una rete per Telecomunicazioni: quello tra il terminale d’utente e l’Access Point (nel caso di accessi in tecnologia WiFi) o la Stazione Radio Base (nel caso di accessi alle reti mobili GMS, GPRS, 3G, LTE).

Il resto della rete tra la “Stazione d’accesso” e le piattaforme d’informazione è, a oggi, principalmente costituito da reti di tipo cablato (wired) in fibra ottica o rame.

Tale tipo di reti costituisce il costo più rilevante di un’infrastruttura di rete e il limite più grande in scenari installativi caratterizzati da edifici e centri storici, aree protette e manifestazioni temporanee; inoltre il cablaggio richiede tempi tecnici e burocratici molto lunghi creando disagi alle attività che si svolgono nelle aree d’intervento.

Negli ultimi anni la comunità scientifica si è concentrata sullo sviluppo di una soluzione wireless, come quella dell’accesso, che consenta di sostituire in tutto o in parte l’infrastruttura cablata.

Il Wireless MESH networking rappresenta il frutto del lavoro degli studiosi nel settore.

Le reti Mesh Wireless

Le reti Mesh Wireless utilizzano la stessa tecnologia trasmissiva del Wi-Fi ma con una differente topologia di rete.

Network_TopologiesNei sistemi di accesso WiFi tradizionali (basati su hot-spot o access point) l’architettura di rete è ad “albero”, di conseguenza ogni hot-spot o access point deve essere collegato alla rete fissa.

Nelle reti Mesh Wireless l’architettura di rete è “magliata”, con un funzionamento analogo a quello dell’infrastruttura Internet.   I dispositivi di rete (mesh router) sono in grado di configurarsi in modo automatico e di adattarsi autonomamente alle condizioni operative.

I protocolli di rete interni gestiscono l’instradamento in modo dinamico scegliendo il miglior percorso in base alle condizioni di propagazione/interferenza e alle frequenze utilizzate.

Tutti o alcuni dei dispositivi di rete devono poter svolgere, in modo flessibile, le funzioni di stazione di accesso wireless WiFi per la copertura dei terminali d’utente. Uno o più dispositivi devono svolgere funzioni da gateway verso Internet ovvero da termine della rete mesh.

L’architettura magliata consente inoltre di garantire una maggiore affidabilità ed espandibilità delle reti.

In caso di guasto di un access point, il sistema è in grado di riconfigurarsi e trasmettere il segnale utilizzando un percorso alternativo.

La configurazione automatica rende possibile aggiungere nuovi access point con particolare semplicità.

I dispositivi di rete Mesh sono dotati di doppio accesso radio, in due bande di frequenza diverse:

Banda 2,4 Ghz per comunicare con i terminali d’utente (smartphone, tablet), basato sul diffuso 802.11b/g;
Banda 5 Ghz per la comunicazione tra dispositivi Mesh, ovvero per il backhaul.

Completa l’architettura di rete il gateway per collegare logicamente la subnet della rete mesh con la rete cablata dell'organizzazione oppure del service provider, con funzioni di routing, sicurezza e gestione degli utenti mobili.


La nostra offerta prevede lo studio di fattibilità, la progettazione e la supervisione delle attività di realizzazione delle reti Wireless Mesh.

I campi d'applicazione di questa tecnologia possono essere:

Sistemi di video sorveglianza; Monitoraggio ambientale; Controllo del traffico; Reti temporanee (per fiere o decenti simili); Coperture di aree protette (centri ed edifici storici);  Coperture di grandi aree sportive (campi da golf..);  Turismo;  Copertura stazioni aeree e portuali; Applicazioni VoIP